La storia

E' il 1905 quando Giovanni Scaturchio, calabrese d'origine, apre la sua pasticceria nel cuore del centro storico di Napoli, in piazza San Domenico Maggiore. Da subito risulta suo figlio Nicola, da tutti chiamato Mario,l'erede dell'attività che nel giro di qualche anno diventa un punto di riferimento nel panorama dolciario napoletano.

"La mattina, alle 7.00, aprivo il negozio e lo chiudevo alle 21.30.Mio padre ogni mattina veniva a svegliarmi e mi diceva “Lillino, abbi pazienza, alzati” e a me quell’uomo di un metro e novanta mi faceva una tenerezza incredibile”.

Il punto vendita ed il laboratorio condividono gli stessi spazi fino al 1970, anno in cui a causa delle crescenti richieste e degli spazi più ampi di cui necessita la produzione, il laboratorio viene collocato in via San Geronimo alle Monache.
Dopo oltre cent’anni dall’apertura della pasticceria e quaranta del nuovo laboratorio, i prodotti Scaturchio vengono prodotti e venduti ancora negli stessi spazi adeguatamente trasformati ed arricchiti di nuove tecnologie che garantiscono una costanza qualitativa ed il rispetto della cultura della tradizione appresa.
Scaturchio è sempre stato orgoglioso di avere un'unica sede da dove i prodotti venivano spediti in tutta italia e nel mondo.